VIAGGIO NELLA TRANSIZIONE. Un Transition Talk Teatrale (?)

<< Che cos’è la Transizione? Di solito quando qualcuno vuole scoprirlo va ad una presentazione, che si chiama Transition Talk, che è una specie di conferenza, ma molto più interessante, che dura 2, 4 ore, a volte un giorno intero. Noi Transitanti Dentro Porta, questa sera, abbiamo invece pensato di accompagnarvi in un Viaggio, che di certo non vi spiegherà tutto, ma speriamo che vi porti lontano. >>

E’ cominciato cosi’ il nostro Spettacolo: Viaggio nella Transizione, per la prima volta in scena il 28/6 alla Transition Fest Bologna.

L’idea
Il progetto nasce dal gruppo di Bologna Dentro Porta in Transizione, tra le mille idee di un vivace Dragon Dreaming per organizzare la nostra TFest, la celebrazione di un anno in Transizione dopo un per-corso CEAT non convenzionale.

Teatro
Perché non fare una presentazione? Le slide erano già pronte! Guardando il nostro strano gruppo costituito tra gli altri da: studenti di teatro, improvvisatori teatrali, giocolieri, cantanti e bionde ballerine, però è stato naturale immaginare che il “nostro racconto” dovesse essere veicolato attraverso l’Arte, anche perché per se vogliamo essere Resilienti, dobbiamo utilizzare le risorse locali. E cos’altro se non il Teatro, che dai tempi della Grecia Antica viene usato per rappresentare la nostra realtà? E non è forse un Dramma quello in cui siamo proprio ora, impreparati marinai che navigano a vista nella Tempesta Perfetta? Certo in tre quarti d’ora, si può dare solo un’idea di alcuni dei problemi da affrontare (in primis picco del petrolio e cambiamento climatico, ne avete sentito per caso parlare?). Non abbiamo l’ambizione di spiegare tutto, ma il teatro può essere di aiuto nel far passare un messaggio a qualche amico che ad una presentazione convenzionale non lo portereste proprio mai…

In Transizione
Sembrerebbe ovvio, di cosa parliamo infatti se non di questo? Ma In Transizione non vuole essere solo il cosa, ma anche il come e il chi. Spieghiamoci meglio. Un teatro a basso impatto ambientale,senza pensanti scenografie, con costumi semplici, ma fantasiosi, che usi solo la voce, la gestualità e la musica di qualche strumento (in acustico), che si possa mettere in scena nei cortili, nelle strade e nelle piazze. Uno spettacolo che evolva ad ogni rappresentazione, prendendo spunto dai feedback e consigli degli spettatori, dal luogo e/o dall’evento che lo ospita, raccogliendo i contributi dei (non)attori – tutti transizionisti! – che si avvicenderanno sul palco e mantenendo sempre una piccola dose di improvvisazione. Perché secondo noi solo un Teatro in Transizione, in continuo cambiamento, può essere resiliente.

Lo spettacolo. Buona la prima!
Come anticipava il titolo del post, Viaggio nella Transizione vorrebbe essere una sorta di Transition Talk in forma teatrale, un racconto a più voci, dove alcuni personaggi accompagnano gli spettatori in un viaggio avventuroso, che tra vivaci dialoghi, monologhi surreali, canzoni e danze, cercherà di rispondere alla fatidica domanda: Che cos’è la Transizione? La prima versione dello spettacolo, dopo una travagliata genesi, piena di colpi di scena, è stata messa in scena da un gruppo di audaci a conclusione della TFest Bolognese lo scorso 28/6, senza aver mai veramente provato tutti insieme.
Avevamo infatti annunciato: “Preparatevi a rimanere sopresi”
Chi l’ha visto, ha detto che gli è piaciuto tanto.
Chi l’ha recitato, ma soprattutto chi l’ha scritto, è rimasto davvero sorpreso.
Chi non l’ha visto, si prenoti per la prossima replica…

viaggio transizione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...