2° Laboratorio Teatrointransizione: il come.

« Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma. » Antoine-Laurent de Lavoisier

Circa un mese fa, con il primo incontro, abbiamo intrapreso questo avventuroso laboratorio chiedendoci “PERCHE’ siamo qui?”

In questo secondo appuntamento siamo ripartiti da questa domanda e siamo andati avanti iniziando ad immaginare COME potesse essere questo spettacolo sulla Transizione che stiamo costruendo.

20160117-lab TinT COME cerchio.jpg

E’ stata una splendida sorpresa trovare con noi una nuova partecipante, arrivata all’incontro interessata al progetto teatrale, ma che non aveva mai sentito parlare di questa “transizione”.

Finalmente abbiamo avuto nella ciurma qualcuno con cui indagare in tempo reale se il nostro esperimento di teatro “in transizione” può funzionare e può spiegare perché/come un cambiamento del nostro modo di vivere sia necessario, ma anche possibile e magari pure divertente. Così l’abbiamo subito coinvolta. Speriamo di non averla spaventata troppo, ma soprattutto che torni la prossima volta.

Dopo aver giocato un po’ con l’improvvisazione, immaginando orti non convenzionali, tanti “agenti della transizione” a piede libero, pasta madre fuori controllo e una campagna di “riciclo forzato”, abbiamo iniziato a lavorare come sempre su voce, movimento ed improvvisazione.

20160117_lab TinT COME.jpg

Questa volta ci siamo concentrati sul cambiamento: quattro sentimenti (Tristezza, Flemma, Gioia, Collera) , quattro elementi (Terra, Acqua, Aria, Fuoco), quattro stagioni (Autunno, Inverno, Primavera, Estate) e diversi livelli di energia tra i quali continuamente oscilliamo.

Dopo aver lavorato singolarmente, abbiamo poi sperimentato una rappresentazione corale costruendo alcune macchine teatrali (suono e movimento) ed improvvisando alcuni monologhi. E ci siamo accorti che avevamo dimenticato di mettere in scena qualcosa: la Paura, con la quale tutti i giorni in qualche modo abbiamo a che fare. E’ nata così la Macchina per togliere la paura del futuro e vivere qui ed ora con consapevolezza.

Abbiamo concluso con un viaggio tra passato, presente e futuro, passeggiando tra il nostro sogno che si è avverato, il sogno che stiamo realizzando ora e il nostro sogno nel cassetto.

C’è un sacco da lavorare, ma si sono viste già tante idee interessanti (delle quali, come potrete capire, non vi possiamo anticipare nulla).

Dopo aver dato i compiti per casa ci siamo salutati, consapevoli che ormai abbiamo preso il largo e che dopo il PERCHE’ ed il COME, è il momento di iniziare a lavorare sul COSA sarà questo spettacolo in Transizione.

La ciurma è al completo. Dobbiamo solo recuperare chi domenica mattina è rimasto “sotto coperta” (a causa di problemi con la sveglia). La nostra Commodora è in partenza per qualche tempo verso lidi più caldi e sicuramente al suo ritorno avrà nuove cose da insegnarci, mentre il Nostromo è stato promosso Capitano.

Chissà che COSA combineremo a febbraio?

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...